Cisterna ricorda l’Antico Principato

Da oggi chi giungerà a Cisterna sarà accolto da grandi striscioni verticali che ricordano, a quasi 350 anni di distanza, l’erezione in principato del marchesato di Cisterna.  Con bolla di Papa  Clemente X, del 10 novembre 1670,  il feudo venne eretto in principato, in remunerazione di “atti, meriti e servizi resi alla Chiesa Romana” (Storia di Cisterna d’Asti. Un  Principato tra Roero e Monferrato, di Baldassarre Molino).  Lo stesso papa, tre anni dopo, autorizzò  Giacomo Dal Pozzo, Principe di Cisterna,  a coniare monete con il nome del principe e l’emblema della Santa Sede.

Questa presentazione richiede JavaScript.

Il marchesato di Cisterna e Belriguardo, feudo pontificio, dal  1650  entrò tra i Continua a leggere

IL COMUNE DI CISTERNA D’ASTI SCEGLIE L’AMBIENTE

In occasione della GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA, celebrata domenica 22 aprile 2018, le maestre della scuola dell’infanzia e primaria di Cisterna d’Asti hanno comunicato ai genitori, ai rappresentanti del Comune e alle altre associazioni aderenti, che non avrebbero partecipato alle attività di pulizia e manutenzione al Bosco dei Bambini e della Costituzione.

La decisione, sofferta, è stata presa per esprimere il completo disaccordo rispetto all’ autorizzazione relativa all’utilizzo dei sentieri di Sant’Anna Montaron e Tojran-e  per il sentieri2passaggio della Settima Motocavalcata, organizzata dal Motoclub: SU2RUOTE ASD  di San Damiano, in collaborazione con  i volontari di MAMA AFRICA.

Come risulta dalla documentazione fornita alle maestre dal Comune di Cisterna, la Continua a leggere