CINEMALPRINCIPATO CONTINUA

“I semi sono l’arcolaio della nostra epoca”

Questa frase, pronunciata da Vandana Shiva all’interno del  film “SEED”, esprime il legame tra lo spazio che ha accolto la rassegna  “Cinema al Principato” e il film proiettato sabato 29 giugno nel cortile del castello di Cisterna d’Asti. L’arcolaio, uno dei simboli del lavoro femminile nel passato, custodito all’interno del Museo Etnografico ospitato nel castello, è la metafora dei semi che ci riallacciano al nostro passato.  Il film traccia  il profilo del nostro mondo contemporaneo, sempre più orientato alla monetizzazione che sacrifica persone e culture, evidenziando l’importanza dei progetti di salvaguardia delle biodiversità, unico strumento per salvare il nostro pianeta.

La rassegna cinematografica all’aperto proseguirà sabato 6 luglio con il film: Un “Dove bisogna stare”,  di Daniele Gaglianone, Stefano Collizzolli, con Jessica Cosenza, Lorena Fornasier, Georgia Borderi, Elena Pozzallo. Una storia al femminile, che racconta come persone comuni si prendano cura dell’”altro”. Una narrazione diversa rispetto a quella che domina nel nostro presente.

L’ingresso alla proiezione  è gratuito. Nel giardino del castello, prima della proiezione, è possibile, grazie alla Pro-.Loco di Cisterna,  degustare i vini dei produttori cisternesi: Cà di Tulin,  Cantine Povero, Cantine Rolfo,  Cauda Giuseppe, Gallino Massimo – Cà Dipò, Mo Azienda Vitivinicola, Novara F.lli, Pescaja, Poderi du Suldà,  Poderi Gallino,  Scaglia Andrea,  Socré,  Tenuta La Pergola, Vaudano Gaggìe, Vincenzo Bossotti.

T.M.

Annunci

Borrometi al museo

BorrometiGiugno19

“PEGGIO DELLE MAFIE C’E’ SOLO LA CULTURA MAFIOSA… PERCHE’ LA MAFIA RIGUARDA TUTTI”

IL GIORNALISTA PAOLO BORROMETI AL CASTELLO DI CISTERNA D’ASTI

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

Giovedì 20 giugno 2019 – al Castello di Cisterna d’Asti – il giornalista Paolo Borrometi ha presentato il suo ultimo libro “Un morto ogni tanto. La mia battaglia contro la mafia invisibile” (ed. Solferino). Renato Romagnoli, giornalista de “La Nuova Provincia di Asti” ha dialogato con l’autore. L’incontro, organizzato dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e borrometil’Albese con il Museo Arti e Mestieri di un Tempo di Cisterna e l’Aimc di Asti, rientra Continua a leggere

NOTTURNI NELLE ROCCHE

Venerdì 14 Giugno – CISTERNA D’ASTI (At)
Passeggiata naturalistica con approfondimento faunistico sui

“Rettili del Roero” a cura della

naturalista Lorenza Bar.

Iscrizioni h. 20.45 in P.za Rino Rossino. Partenza h.21

Notturni_nelle_Rocche_2019-Locandina

LE NOSTRE COLLINE E LO SFREGIO ALL’ UMANITA’ PERCHE’… “IO NON CI STO…!!!”

IO NON CI STOVenerdì 31 maggio 2019, tarda serata. Sarà il solito messaggio che augura la buonanotte. Un’ immagine appare all’improvviso. Un fotomontaggio? Impossibile che sia stata scattata da qualcuno, non è reale. Una collina così non può esistere da queste parti. Invece no, è tutto vero: il testo che segue è molto esplicito e dimostra chiaramente che quella è proprio una foto, il luogo potrebbe essere uno qualsiasi di quelli che ci circondano. Un attimo di silenzio: forse è troppo tardi e i pochi neuroni rimasti a finegiornata non funzionano a dovere. Meglio chiedere a qualcuno che quei luoghi conosce meglio ma è troppo tardi e la risposta non arriva. E poi chissà, magari il giorno dopo ci si accorgerà che si è visto e letto male perché, ormai, bisogna metterseli davvero quei multifocali che si consigliano agli altri. Invece, la mattina dopo, la foto e il testo sono ancora al loro posto insieme alle domande di tutti gli altri che si sperava dicessero che è tutto finto. Purtroppo, non è così: un podere è diventato una triste lavagna dove campeggia una svastica. Grazie alle forze dell’ordine, nelle prime ore di sabato 1 giugno, il campo ritorna ad essere un campo: il segno che devastava le nostre ridenti colline, è stato cancellato. Tutto ritorna come prima.

Ma siamo davvero sicuri che sia così?

Noi no.

Le indagini spettano alle forze dell’ordine, valutare le conseguenze giudiziarie ai giudici Continua a leggere