La Didattica

Anno Scolastico 2019-2020

E-LABORATORI PER FARE E PER PENSARE

LINK AL DOCUMENTO COMPLETO IN FORMATO PDF: PROGETTO DIDATTICOA.S.19_20

Il museo etnografico “Arti e Mestieri di un tempo” da anni offre alle scuole, oltre alle visite guidate dell’esposizione museale, una serie di e-laboratori, condotti da esperti, che hanno come matrice comune il “fare” come presupposto del “pensare”, elementi richiamati anche nelle Indicazioni Nazionali 2012, che invitano a: Realizzare attività didattiche in forma di laboratorio, per favorire l’operatività e allo stesso tempo il dialogo e la riflessione su quello che si fa. Il laboratorio, se ben organizzato, è la modalità di lavoro che meglio incoraggia la ricerca e la progettualità, coinvolge gli alunni nel pensare, realizzare, valutare attività vissute in modo condiviso e partecipato con altri, e può essere attivata sia nei diversi spazi e occasioni interni alla scuola sia valorizzando il territorio come risorsa per l’apprendimento”

Il museo, allestito all’interno del castello, è distribuito sui tre piani dell’edificio, che offre alle classi anche la disponibilità GRATUITA di un cortile esterno, un giardino attrezzato con tavoli e giochi, e uno spazio interno da utilizzare in caso di maltempo.

 BOSCO DEI BAMBINI E DELLA COSTITUZIONE

Le classi che verranno a visitare il museo potranno usufruire, inoltre, del BOSCO DEI BAMBINI E DELLA COSTITUZIONE, spazi progettati dai bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria e realizzati dai genitori dei bambini frequentanti le scuole in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Cisterna d’Asti e l’Ecomuseo delle Rocche del Roero.

Lo spazio è utilizzabile gratuitamente con attività autogestite da parte delle classi. Nel Bosco dei Bambini e della Costituzione i bambini potranno correre, saltare, rotolare, giocare, esplorare, riposare, mangiare, fare cacce al tesoro naturalistiche.

Spunti per attività didattiche auto gestite potranno essere tratti dalle pubblicazioni inserite al termine di questo documento (PUNTO 12).

 CEDRI: IL DRAGHETTO SFONDO INTEGRATORE CHE ACCOMPAGNA I BAMBINI ALLA SCOPERTA DEL MUSEO

Per i bambini della scuola dell’infanzia e del primo ciclo della scuola Primaria è possibile effettuare un percorso preparatorio alla visita guidata al museo attraverso l’utilizzo di un draghetto: Cedri, personaggio fantastico che custodisce il museo. Le schede, le storie, le canzoni e i materiali realizzati con i programmi liberi jclic e araword sono stati costruiti dalle maestre e dai bambini della scuola dell’infanzia di Cisterna d’Asti all’interno del loro percorso didattico.

PER VISIONARE E SCARICARE I MATERIALI RELATIVI A CEDRI CLICCARE SUL LINK: https://museoartiemestieri.wordpress.com/la-didattica/cedri-lo-sfondo-integratore/

 

E- LABORATORI PROPOSTI

PER L’ANNO SCOLASTICO 2019-2020

Al  costo indicato per ogni laboratorio va aggiunta la cifra di  

5,00 € per la visita guidata al museo,

che si svilupperà sui piani del castello e verrà realizzata prima e dopo il laboratorio (tempo totale della visita 1 ora e mezza circa). I tempi e le modalità di realizzazione della visita e dei laboratori dovranno essere concordati con i responsabili del museo.

Il museo non è accessibile ai bambini portatori di handicap motori in quanto, purtroppo, sono ancora presenti barriere architettoniche.
In caso di scelta di un laboratorio, la visita al museo è obbligatoria. Non è possibile svolgere il laboratorio senza effettuare la visita al museo.
É PERO’ POSSIBILE VISITARE IL MUSEO SENZA EFFETTUARE ALCUN LABORATORIO.

GIORNATE DI APERTURA DEL MUSEO E DEI LABORATORI:

LUNEDI’, MARTEDI’, MERCOLEDI’

    1. E-laboratorio di fiabe e leggende: Masche, diauli, zampe di gallina!

    fiabe e leggende della tradizione popolare piemontese – di e con Patrizia Camatel

  1. E-Laboratorio di cucina – a cura di Fernanda Giamello e Marta Bosticco
  2. E-Laboratori di musica, pittura e danza – A cura di Elisa Fighera
  3. E-laboratorio di danze popolari piemontesi – A cura di Olga Scarsi
  4. E-laboratorio di danze occitane e del mondo – A cura di Franca Farinetti
  5. E-Laboratorio “Lo spaventapasseri” Un, due , tre… la paura tocca a te! – A cura di Margherita Molino
  6. E-Laboratorio del cestaio – A cura di Elisabetta Cavallo e il progetto Siagri
  7. E-Laboratorio del territorio – A cura dell’Associazione Camminare Lentamente
  8. E-laboratorio Botanico Sensoriale: segnalibri – A cura di Marta Simone
  9. E-laboratorio E-mozioni nella natura: biodanza – a cura di Silvia Martini
  10. E-laboratorio della filatura, tessitura e del cordaio – A cura dell’Associazione Antichi Mestieri, Amici di San Vittore.
  11. E-Laboratori autogestiti dalle classi al BOSCO DEI BAMBINI E DELLA COSTITUZIONE

  

  1. E-laboratorio di fiabe e leggende: Masche, diauli, zampe di gallina!

fiabe e leggende della tradizione popolare piemontese

di e con Patrizia Camatel

 Una volta ho conosciuto un vecchio che sapeva raccontare le storie. Quello era proprio un dono, perché imbastiva una storia con niente e tu stavi lì a bocca aperta e con la paura che tra poco sarebbe finita e magari era soltanto la storia di una gallina bianca che aveva fatto un uovo scuro. Ti raccontava una cosa che sapevi da una vita e tu credevi che fosse nuova di zecca. Nel cervello di quell’uomo non c’era vecchiaia: è questo il segreto.”                                         (J. Stephens)

Nel patrimonio di fiabe, tradizioni e leggende presenti su un certo territorio è racchiusa la memoria e la sapienza della gente che lo abita. Il rito del raccontare, azione che dalla viva voce del narratore giunge ad un uditorio raccolto, è sempre meno frequente nell’esperienza delle generazioni contemporanee: i mezzi di comunicazione multimediali, “gli effetti speciali”, da un lato, la rarità di momenti famigliari e comunitari dedicati alla tradizione orale, dall’altro, rendono più che mai necessario un recupero di saperi, materiali e momenti adatti a rinnovare questo genere di incontri, il cui valore educativo e culturale è innegabile.

Ciò sta accanto all’evidente bisogno e piacere che il pubblico di ogni età manifesta verso l’ascolto di un racconto: questo accade probabilmente perché il narrare ha a che vedere con la costruzione della propria identità personale e comunitaria.

Attraverso la tecnica teatrale dello story telling (l’arte di narrare) la narratrice propone all’uditorio una serie di fiabe e leggende scelte tra le più rappresentative – per forma, soggetti e stilemi – del territorio piemontese. I personaggi ricorrenti quali il diavolo, le streghe, i santi, l’astuto e lo stolto, sono figure che attingono ad un patrimonio culturale presente in ognuno di noi, e per questo risultano riconoscibili ed affascinanti, sia per i bambini che per gli adulti.

Finalità del progetto

  • Realizzare un’azione teatrale appositamente ambientata nei locali del Museo di Arti e Mestieri di un Tempo di Cisterna d’Asti. Gli intenti sono: la valorizzazione dello spazio museale, la fruizione accattivante ed originale del luogo, specie per il pubblico dei più giovani, la conoscenza o riscoperta del patrimonio culturale del proprio territorio.
  • Mettere in evidenza i punti di contatto esistenti fra tradizione orale, immaginario collettivo e cultura materiale che il Museo conserva attraverso la ricca collezione di oggetti in esposizione.
  • Sollecitare la curiosità dell’uditorio verso il patrimonio culturale del proprio territorio, eventualmente stimolando una propria ricerca personale e richiesta di racconti a genitori, nonni, anziani…con la conseguente creazione di momenti di coesione intergenerazionale e consolidamento delle relazioni.

(numero di partecipanti: MINIMO 70/75 ALUNNI, è possibile accorpare più classi in modo da raggiungere il numero)

  • Percorso attraverso le botteghe del Museo
  • Durata: 1 ora e mezza circa
  • Costo: 5 euro + 10% IVA – per fatturazione elettronica – (a partecipante)

 ALLE CLASSI PARTECIPANTI VERRANNO FORNITI MATERIALI CARTACEI E SUGGERIMENTI PER LO SVILUPPO DI PERCORSI DIDATTICI IN CLASSE.

SARA’ POSSIBILE, INOLTRE, CONCORDARE UN APPROFONDIMENTO DEL LAVORO IN CLASSE, VOLTO A SVILUPPARE LA CAPACITA’ CREATIVA E NARRATIVA DEI RAGAZZI E DEI BAMBINI CON MODALITA’ DA DEFINIRE CON I DOCENTI.

(I recapiti verranno forniti dalla segreteria del museo alle classi interessate)

GLI OBIETTIVI SARANNO:

  • Osservazione di oggetti e strumenti, molti dei quali ormai inusuali, resi interessanti e comprensibili attraverso il medium della narrazione: l’oggetto diventa tramite per la conoscenza di un’epoca storica, in particolare della vita quotidiana delle generazioni precedenti;
  • Conoscenza della struttura della fiaba tradizionale, con possibilità d’analisi attraverso la rielaborazione personale dell’allievo e della classe (riscrittura, studio delle funzioni di Vladimir Propp, disegno, drammatizzazione).

 

  1. E-Laboratorio di cucina

 A cura di Fernanda Giamello e Marta Bosticco

 Si svolge nella cucina del castello. I bambini saranno coinvolti attivamente nella preparazione di tipici piatti piemontesi e saranno aiutati a riflettere sull’importanza della manualità e del recupero – inteso come assenza di spreco – che caratterizzava la cucina nel passato

A termine del laboratorio i bambini porteranno a casa quanto prodotto.
Si prega di segnalare in anticipo eventuali allergie ed intolleranze ai prodotti utilizzati.

Pane e grissini e pane fritto (turtun):

Materiali: farina, lievito, ecc.

Tecnica:  impasti manuali

Durata: circa due ore

Costo: 6.00 euro a bambino

Consigliato ai bambini della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.

Tagliatelle

Materiali:  farina e uova

Tecnica:  impasti manuali

Durata: circa due ore

Costo: 6.00 euro a bambino

Consigliato ai bambini della scuola primaria e secondaria di primo grado.

Crostatine 

Materiali: farina, uova, marmellata, burro, zucchero ecc..

Tecnica: impasti manuali

Durata: circa un’ora e mezza

Costo: 6.00 euro a bambino

Consigliato ai bambini della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.

Paste di meliga:

Materiali: farina di grano tenero e di mais, uova, burro, zucchero ecc..

Tecnica: impasti manuali

Durata: circa un’ora e mezza

Costo: 6.00 euro a bambino

Consigliato ai bambini della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.

 

  1. E-Laboratori di musica, pittura e danza

 A cura di Elisa Fighera

  1. CEDRI IL DRAGHETTO: SPETTACOLO-LABORATORIO DI MUSICA E PITTURAPerformance di una musicista e una pittrice che, giocando in scena con colori e
    suoni, mescolando forme e timbri e utilizzando pennelli, violini, spugne, percussioni, rulli e campane, illustreranno e sonorizzeranno la storia del drago Cedri, il personaggio fantastico che custodisce il Museo di Cisterna.
    A seguire, laboratorio di pittura sul tema del drago, che caratterizza anche lo stemma del comune di Cisterna d’Asti.

Durata:  1 ora
Costo6 euro a bambino
Età:  scuola dell’infanzia
Gruppo: minimo 25 bambini

  1. MUSICA E INTERCULTURA: CANTI E DANZE DAL MONDO

Durante il laboratorio verranno utilizzati canti, filastrocche, ritmi e danze dal mondo: dal Maghreb al Sud America, dall’Africa all’Est Europa. i bambini sperimenteranno danze e canti tipici del mondo che verranno concordate con gli insegnanti dalla referente del laboratorio per coordinare il laboratorio al progetto didattico della scuola.


Durata: 1 ORA
Costo:  4 euro a bambino
Età: dai 6 ai 13 anni
Gruppo:  minimo 25 bambini

 

  1. E-Laboratorio delle danze tradizionali piemontesi

A cura di Olga Scarsi

 Si svolge nel salone della cisterna o nel prato del Castello in caso di bel tempo. Attraverso il laboratorio i bambini impareranno i passi delle danze tradizionali piemontesi e rifletteranno sull’importanza della festa, che si alternava ai momenti di lavoro, nel mondo contadino.

Durata:  un’ora circa

Costo:   4.00 euro a bambino

Il laboratorio è adatto ai bambini della scuola primaria e secondaria di primo grado.

 

  1. E-Laboratorio delle danze occitane e dal mondo

 A cura di Franca Farinetti

 Si svolge nel salone della cisterna o nel prato del Castello in caso di bel tempo. Attraverso il laboratorio i bambini impareranno i passi delle danze occitane e del mondo, riflettendo sulla danza come mezzo di comunicazione popolare.

Durata:  un’ora circa

Costo:   4.00 euro a bambino

Il laboratorio è adatto ai bambini della scuola dell’infanzia e di tutte le età.

 

  1. E-Laboratorio “Lo spaventapasseri”

                                Un, due , tre… la paura tocca a te!

 A cura di Margherita Molino

 Obiettivi: Il percorso si propone di sviluppare:

Capacità di conoscere e riconoscere i propri stati d’animo;

Capacità nell’interpretare ed esprimere i propri stati d’animo;

Capacità nel riconoscere e valutare gli effetti delle proprie paure;

Capacità nel trovare strategie per affrontare le paure.

Attività:

Costruzione di un puzzle “chi è questo personaggio?”

Caccia al personaggio

Descrizione: “chi è lo Spaventapasseri?”,

“Quali sono le mie paure?”

Gioco di movimento “Lo Spaventapasseri”

Lettura: “Anche gli orchi hanno paura”

Rimedi: “Spaventa-paura” Formula magica per sconfiggere le paure

“I colori delle mie paure”, un gioco per sconfiggerle

Costruzione, tramite materiali riciclati, dello Spaventa-paura Bibita anti-paura

Destinatari: Il laboratorio è rivolto ai bambini della Scuola dell’Infanzia

Durata:  due  ore circa, intervallate dalla visita al museo per 15/20 bambini

 

  1. E-Laboratorio del cestaio

 A cura di Elisabetta Cavallo e del Progetto Siagri

Si svolge nel salone del castello o con il bel tempo nel giardino esterno

Materiali: listarelle di midollino

Tecnica: manipolazione delle listarelle di midollino per la preparazione di cestini  di varie forme, di un vassoio o di un sottopentola

Durata: 2 ore circa

Costo: 4.00 euro

Adatto a bambini del secondo ciclo della scuola primaria e scuola secondaria di primo grado.

Il laboratorio è seguito da 2 – 3 persone + l’aiuto dei ragazzi disabili del progetto Siagri dell’Asl2 di Cuneo.

 

  1. E-Laboratorio del territorio

A cura dell’Associazione Camminare Lentamente

Camminare lentamente per il Museo delle Arti e Mestieri di un tempo

 Camminare lentamente, attiva da alcuni anni sul territorio piemontese, promuove la vita in armonia con la natura, la voglia di camminare, le buone pratiche per vivere meglio e mitigare il cambiamento climatico. Nelle escursioni cercano anche di approfondire gli aspetti naturalistici, storici e monumentali del territorio, facendone conoscere e valorizzando le bellezze monumentali e ambientali, le risorse culturali ed enogastronomiche. La finalità delle proposte è quella di promuovere nei ragazzi la conoscenza, l’interesse e il rispetto dell’ambiente e della natura in generale come contributo”alla formazione dell’uomo e del cittadino attraverso la progressiva maturazione della coscienza di sè e del proprio rapporto con il mondo esterno” Partendo dal presupposto che già il camminare è una scuola di vita, di sobrietà, attenzione, rispetto per sé e per ciò che ci circonda, l’associazione propone passeggiate per ragazzi dai 5 ai 18 anni sul territorio di Cisterna d’Asti e dei comuni limitrofi (Canale e Montà) in luoghi con particolari caratteristiche naturalistiche, culturali, sociali.

Le attività, che si svolgeranno a partire dal mese di febbraio, nei giorni di martedì e mercoledì, saranno precedute da un incontro in classe per introdurre gli argomenti trattati in natura.

La scelta del percorso da effettuare verrà fatta con gli insegnanti con gli operatori, in base all’età dei bambini e dei ragazzi.

Costo dell’escursione: 3 euro a bambino.

Durata: Circa 2 ore.

In caso di maltempo verrà svolta, all’interno del Museo, un’attività di studio del territorio e dei tipi di terreno presenti, che si concluderà con la produzione di un manufatto in argilla.

 

  1. E-laboratorio Botanico Sensoriale e segnalibri: ALLA SCOPERTA DEL GIARDINO DI CEDRI

A cura di Irene Gallino

Il laboratorio ha come obiettivo l’avvicinamento dei bambini alla natura e la scoperta delle piante e dei fiori che si possono trovare nei nostri giardini e boschi.

Il laboratorio prevede due attività:

1. L’analisi sensoriale: i bambini saranno invitati a  osservare e riconoscere attraverso i cinque sensi piante e fiori che ci circondano. L’attività può essere svolta nel bosco dei bambini e della Costituzione (a 1km dal castello) , ed in questo caso saranno coinvolti attivamente nella raccolta dei materiali, oppure -in caso di maltempo- nel castello ed utilizzeranno materiali forniti dagli operatori.

  1. Il segnalibro erbario : i bambini produrranno un segnalibro con le foglie e/o i fiori che hanno riconosciuto. Sarà un segnalibro-erbario che descrive la pianta che hanno scelto.

Durata: Circa 2 ore mezza compresa la gita al bosco. ( 1 ora circa se si sceglie di produrre solo il segnalibro)

Costo: 5 euro a bambino.

Il laboratorio è adatto ai bambini della scuola dell’infanzia e primaria.
Si prega di segnalare in anticipo eventuali allergie alle piante.

  

  1. E-Laboratorio E-MOZIONI NELLA NATURA: Laboratorio di Biodanza

A cura di Silvia Martini (operatrice-didatta di Biodanza®)

Si  svolge nel Bosco dei Bambini e della Costituzione (a 1 km dal Castello) o in caso di maltempo all’interno del Castello.

Laboratorio dedicato all’ascolto del pulsare della vita dentro ed intorno a sé; ascolto che si trasformerà in movimento personale ed integrato con gli elementi della natura e con i compagni.

Durata:  un’ora circa

Costo:   4.00 euro a bambino

Il laboratorio è adatto ai bambini della scuola dell’infanzia e prime classi della scuola primaria.

 11. E-Laboratorio DELLA FILATURA, TESSITURA E DEL CORDAIO

 A cura dell’Associazione Antichi Mestieri, Amici di San Vittore – di Priocca

 Le attività che si proporranno saranno molteplici: inizialmente si vedrà un breve filmato storiografico sui vari temi che si elaboreranno in seguito con gli studenti, facendoli partecipi. Durante il film, dialogando e ponendo domande ai ragazzi, si commenteranno: le materie prime, gli attrezzi e le tecnologie che serviranno per produrre i manufatti durante il laboratorio.

Oltre ai tre temi proposti nella denominazione, ci saranno anche lavorazioni (presenti nell’allestimento museale che le classi visiteranno) come quella del ricamo, del lavoro a maglia, del materassaio, l’intreccio di foglie di mais per ottenere borse e altri manufatti e per impagliare sedie.

Si utilizzeranno i seguenti attrezzi: fusi, rocche e arcolai per la filatura, telai orizzontali per tessere lana e canapa, gramola per sfibrare la canapa, cardatrici e scardasso per districare la lana e la canapa, macchina da cucire mossa a mano.

Si intrecceranno corde, ottenute da fili di canapa, manualmente e con attrezzi.

 

Durata:  due ore

Costo:   5.00 euro a bambino

Il laboratorio è adatto ai bambini della scuola primaria e secondaria di primo grado

Per attivare il laboratorio è necessario un minimo di 20 partecipanti (massimo 30).

 

 12. E-Laboratori autogestiti dalle classi  al BOSCO DEI BAMBINI E DELLA COSTITUZIONE

 SPUNTI PER LE ATTIVITA’ POSSONO ESSERE TRATTI DALLE SEGUENTI PUBBLICAZIONI, REALIZZATE DAI BAMBINI E DALLE MAESTRE DELLE SCUOLE DELL’INFANZIA E PRIMARIA DI CISTERNA: