IL PASSATO E IL FUTURO DELL’IMMORTALITA’

volantino20GIU2020_IMMORTALITA_2_BANAUDI_MATTARELLA

“IL PASSATO E IL FUTURO DELL’IMMORTALITA’ – 2° incontro

ALBERTO BANAUDI E FRANCO MATTARELLA ALLE VIDEOCONFERENZE AL TEMPO DEL COVID

Il 20 giugno 2020, si è concluso il ciclo di videosofie “Il passato e il futuro dell’ immortalità” con Alberto Banaudi e Franco
Continua a leggere

DOPO…


volantino 15GIU20_HIKSOS_GRAZIANO_ANGELINO

“DOPO GLI HYKSOS: COME LA PANDEMIA PUÒ CAMBIARE IL MONDO

MANLIO GRAZIANO ALLE NUOVE VIDEOCONFERENZE AL TEMPO DEL COVID

Il mondo dopo gli Hyksos: uno scorcio geopolitico… dopo. Come la pandemia può cambiare la politica, l’economia, la comunicazione e le relazioni internazionali” questo il titolo della videconferenza con Manlio Graziano e Edoardo Angelino che si è tenuta lunedì 15 giugno 2020. L’incontro è stato organizzato dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di S. Damiano d’Asti, Museo Arti e Mestieri di un Tempo di Cisterna d’Asti, Israt, Associazione “Franco Casetta”, Fra production srl., Cantine Povero distribuzione, Aimc Asti. Il titolo – come ha spiegato Edoardo Angelino, è ripreso da una citazione di Benedetto Croce e paragona la pandemia all’arrivo di una variabile indipendente all’interno di sistemi chiusi. Tutto ciò determina risposte diverse legate alla situazione precedente. “Il testo è il mio contributo a “Dopo”(Rubettino), libro collettivo dove diversi studiosi di politica internazionale ipotizzano il futuro dopo la pandemia” ha detto Graziano.

Le prospettive non sono affatto entusiasmanti ma compito della geopolitica è occuparsi del reale. Gli scenari ipotizzabili prevedono il ritorno alla normalità, oppure un cambiamento o un miglioramento del mondo. Per gli studiosi, però, lo scenario più probabile è un peggioramento della situazione che vedrà scatenarsi una crisi economica spaventosa che ne provocherà una sociale. Si determinerà anche un’ accelerazione dello shift of power cioè dello spostamento dei rapporti di forza tra le grandi potenze che non è più governato da qualche decennio. Continua a leggere

A UN ANNO DI DISTANZA…

Ad un anno di distanza dalla raccolta firme “Io non ci sto” del Polo Cittattiva per Astigiano e Albese, non è più una collina ad essere sfregiata con il simbolo dell’ideologia nazista, ma un luogo della Memoria di Cuneo: nella notte del 31 maggio una svastica è stata tracciata all’ingresso del Parco della Resistenza.
La ripartenza delle attività sociali, dopo le limitazioni per l’emergenza COVID19, vede ripresentarsi ancora un atto spregevole, esempio di come si possa fare un cattivo uso della libertà: facendo apologia di un regime criminale verso cui la nostra comunità esprime tutta la propria indignazione.
Come presidio della memoria della Resistenza nel Roero, in rete con altre associazioni e istituti che condividono i principi dell’antifascismo, rispondiamo invitando tutti al prossimo incontro con lo storico Carlo Greppi, giovedì 11 giugno alle 18, per la discussione su “L’antifascismo non serve più a niente”.
Vale ancora oggi, mai come oggi, la ferma difesa dei valori della Resistenza contro l’attacco dei sostenitori di razzismo e disuguaglianza sociale.
http://www.scuolealmuseo.it/blogdidattica/?p=2692

Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese
Museo Arti e Mestieri di un Tempo di Cisterna d’Asti
ISRAT – Istituto Storico della Resistenza di Asti
Associazione “Franco Casetta” di Canale

“FAUST: UN MITO FONDATIVO DELLA MODERNITÀ” CON IL PROF. BANAUDI

VIDEOSOFIA AL TEMPO DEL COVID
“FAUST: UN MITO FONDATIVO DELLA MODERNITÀ” CON IL PROF. BANAUDI
Dopo il successo del primo appuntamento, sabato 2 maggio 2020 si è tenuta la seconda videosofia, con il prof. Alberto Banaudi, dal titolo “Faust: un mito fondativo della modernità” nell’ambito del percorso “Vecchie e Nuove Resistenze – 7 al tempo del Coronavirus”. L’incontro è stato promosso dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di S. Damiano d’Asti con Museo Arti e Mestieri di un Tempo, Fra Production spa, Cantine Povero distribuzione srl e Aimc Asti.
Ogni epoca ha bisogno di un mito fondativo e Faust lo è per la modernità. Ma
Continua a leggere

IL PASSATO E IL FUTURO DELL’IMMORTALITA’

volantino23MAG2020_IMMORTALITA_1_BANAUDI_MATTARELLA

“IL PASSATO E IL FUTURO DELL’IMMORTALITA’ – 1° incontro

VIDEOCONFERENZA AL TEMPO DEL COVID CON ALBERTO BANAUDI E FRANCO MATTARELLA

Titolo impegnativo per la nuova videoconferenza “Il passato e il futuro dell’ immortalità – 1°” con Alberto Banaudi e Franco Mattarella. L’iniziativa è stata organizzata dal Polo Cittattiva l’Astigiano e l’Albese – I.C. di S. Damiano, Castello di Cisterna, Israt, Associazione “Franco Casetta”, Fra production spa, Cantine Povero distr. srl e Aimc di Asti. Come ha spiegato Mattarella in apertura, l’incontro prende spunto dalle ricerche scientifiche nella Silicon Valley dove i migliori biologi molecolari stanno lavorando all’ estensione infinita della vita. L’idea di base, per il magnate Dimitry Itskov, è che con il denaro sia possibile anche raggiungere l’immortalità. Il primo passo, attraverso l’assunzione di una dieta chetogenica (ad altro contenuto di grassi) e di integratori nootropici, è quello di rallentare l’invecchiamento. Quest’ultimo, secondo gli studi, è il risultato dell’accumulo di scorie ed errori del metabolismo (dovute anche a una dieta ricca di carboidrati) che il nostro organismo non è in grado di eliminare e correggere. Nel frattempo, si attendono i risultati delle ricerche volte a produrre variazioni strutturali nel Dna. Gli effetti di questi studi saranno già disponibili intorno al 2035 quando un sessantenne potrà avere il corpo di un trentenne. Continua a leggere

RESISTERE 75 ANNI DOPO


Oliva

RESISTERE 75 ANNI DOPO”

GIANNI OLIVA E MARIO RENOSIO ALLE VIDEOCONFERENZE AL TEMPO DEL COVID


“RESISTERE 75 ANNI DOPO”
GIANNI OLIVA E MARIO RENOSIO ALLE VIDEOCONFERENZE AL TEMPO DEL COVID
“Resistere 75 anni dopo”, gli storici Gianni Oliva e Mario Renosio (Israt) ne hanno discusso in videoconferenza, sabato il 17 maggio 2020, nell’ incontro organizzato dal Polo Cittattiva l’Astigiano e l’Albese – I.C. di S. Damiano, Castello di Cisterna, Israt, Associazione “Franco Casetta”, Fra production spa, Cantine Povero distr. srl e Aimc di Asti. Cosa ci lega ancora a quei giorni di
Continua a leggere