AVE MARIA MIGRANTE: PER PROMUOVERE LA CULTURA DELL’ACCOGLIENZA


La scuola dell’infanzia e la scuola primaria di Cisterna d’Asti hanno aderito al  progetto SALTAMURI (proposto a livello nazionale dall’MCE e da vari tavoli associativi, PROGETTO AL LINK). Il video è un punto di arrivo di un percorso costituito da una serie di attività, sviluppate da settembre a dicembre, inserite nel più ampio progetto “COMUNITA’ RESISTENTI”, promosso dall’Ecomuseo delle Rocche del Roero, dalla Rete Museale Roero Monferrato, dall’Aimc di Asti e dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese. . E’ finalizzato allo sviluppo delle competenze di cittadinanza attraverso la promozione di apprendimenti significativi a partire da esperienze vissute sul territorio.

Dalla riscoperta di alcuni frutti presenti nel nostro paese, attraverso la predisposizione di contesti atti ad “emozionare cognitivamente”, ricerche sulla loro origine e su quella di insetti che hanno variato l’equilibrio dell’ecosistema e sui cognomi dei bambini, si è arrivati alla riflessione sul tema delle migrazioni. Per sensibilizzare il territorio rispetto alle questioni legate all’accoglienza, la nostra scuola ha scelto di realizzare un videoclip utilizzando la canzone “AVE MARIA MIGRANTE”, de “I Luf”. Alla registrazione del video ha partecipato anche il cantante del gruppo: Dario Canossi che da anni è impegnato, con il collettivo musicale, in progetti per il sostegno ai più deboli.

Al fine di promuovere la cultura dell’attenzione al tema delle diversità, il canto è stato creato attraverso l’utilizzo di più linguaggi, che hanno affiancato quello musicale e linguistico: il testo in CAA, composto con l’applicazione SIMCAA (http://www.simcaa.it/presentazione/index.html ), che utilizza i simboli Arasaac (un sistema simbolico di proprietà del Governo di Aragona, creati da Sergio Palao per ARASAAC e distribuiti con Licenza Creative Common (BY-NC-SA) ) e la LIS (per la lingua dei segni la scuola si è avvalsa dell’aiuto di Andrea e Jessica Sacchetto, zio e madre di una bambina frequentante la scuola dell’infanzia).

Il video, realizzato da Stefano Marin con l’aiuto di Cristina Rolfo e Mariangela Accossato, non ha la pretesa di avere un valore scientifico; la sua finalità è quella di documentare un percorso educativo e rappresenta anche un modo diverso per augurare Buon Natale, richiamando il tema centrale di questa festività: l’accoglienza dell’altro.

CANZONE IN CAA (A COLORI SU FOGLIO A4)

LIBRETTO CON IL TESTO IN CAA (IN BIANCO E NERO)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...