MERCANDE’ 2018

PIEGHEVOLE_MARCANDè_2018-01PIEGHEVOLE_MARCANDè_2018-02

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo la tradizionale processione della Madonna del Rosario, domenica 7 ottobre il castello di Cisterna d’Asti, a partire dalle ore 14,30, ha ospitato  Mercandé 2018. Il tema di questa edizione è stato  il bianco e il nero, i contrasti, gli opposti, diversi e distanti singolarmente ma ugualmente indispensabili uno all’altro nell’insieme, nel tutto.

Il bianco e il nero sono i colori simbolo di bene e male, ying e yang, giorno e notte, tutto e niente, buio e luce, pieno e vuoto, materia e spirito, uno e tutti: senza il bianco non esiste il nero, quindi “l’altro” diventa indispensabile per completarci. Questo è il messaggio che l’edizione 2018 ha voluto trasmettere e lo ha fatto in modo leggero, con un allestimento in bianco e nero.

Per l’occasione le botteghe del museo sono diventate l’ambiente perfetto per  i cibi di una volta sul tema degli opposti, i canestrelli bianchi e neri, il torrone e il pane bianco e nero, il vino bianco e il vino nero. Nel cortile del castello: i libri noir di Roero, Langhe e Monferrato con la libreria Il Pellicano,  la pigiatura di uva bianca e nera a cura di Carlo, Giovanni, Luca e Pietro e a fianco, in un’atmosfera noir, cornice delle malefatte e delle vicende giudiziarie di un tempo, quando Cisterna era un Principato, si sono intrecciati il passato e il presente della comunità, della gente, dei luoghi che ancora oggi con i loro nomi testimoniano la storia in uno spettacolo del laboratorio teatrale condotto da Nicola Conti e Marco Domenicale . Gli attori: Giulia Bodda, Adelaide Di Bilio, Francesca Franco, Giorgia Mo, Giulia Olivetti, Luca Olivetti, Maria e Sofia Tinelli, Davide Valsania, Emily Siccardi, Irene Bellaccomo, Giulia Marolo hanno presentato lo spettacolo “Dalle Cronache Giudiziarie del tribunale di Cisterna… a modo nostro…” tratto dal capitolo “Cronache giudiziarie” del volume “Cisterna d’Asti. Un Principato tra Roero e Monferrato”. Dallo stesso capitolo è  stato liberamente tratto il testo dello spettacolo “Archibbuggiate, intrighi e polvere da sparo. Tra pistolle, furfanterie e cronache nel Principato della Cisterna.” presentato dal gruppo “I fuori dall’aqqua”, coordinato da Patrizia Camatel.

All’interno delle sale del museo la mostra fotografica in bianco e nero, i quadri degli “Artisti per caso”, la scrittura con inchiostro e pennino, la stampa con la macchina tipografica di metà Ottocento, il laboratorio interculturale su “Gatti neri e gatti bianchi” condotto da Gemma Gallino.

La presenza di una scacchiera gigante nel giardino e di alcuni membri del Circolo Scacchistico Astigiano ha permesso ai visitatori di cimentarsi nel gioco della dama e degli scacchi.

Il tutto è stato accompagnato dalle musiche in bianco e nero di Martino Anibaldi e di Italo Colombo.

 VIDEO SINTESI MERCANDE’

SPETTACOLO SPETTACOLO ARCHIBUGGIATE

SPETTACOLO CRONACHE GIUDIZIARIE A MODO NOSTRO

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...