#cinemalprincipato… ultimo appuntamento

ragazziCisa

Un filo invisibile unisce Cisterna alla zona di Nizza-Canelli, un sottile filo fatto di progetti, di accoglienza, di narrazioni e di volontariato. Con questa riflessione, nella serata del 13 luglio, al castello di Cisterna d’Asti, i volontari del Museo hanno aperto la  proiezione del film “Ama la mia terra”. La scoperta di questo legame si è rivelata nelle fasi preparatorie della rassegna cinematografica #cinemalprincipato; le analogie tra il progetto del Cisa, consorzio socio-assistenziale che opera nei comuni del sud Astigiano e quello dell’Associazione Museo si esprimono nella presenza vitale dei volontari del Servizio Civile Nazionale, che operano nelle due realtà e nella realizzazione di prodotti video – il film del Cisa e i video inseriti nel progetto “Narrazioni Museali digitali” del Museo.

Il valore del lavoro dei volontari del Servizio Civile Nazionale trova la sua espressione più importante nella mostra fotografica di Alberto Terzolo, che ha perso la vita in un incidente stradale durante il suo periodo di servizio volontario presso il Cisa. La durata della mostra,  ospitata all’interno del Museo,  è stata prorogata, proprio per mantenere il collegamento tra i due progetti partiti entrambi da laboratori teatrali – del Cisa e dell’Anffas di Asti – e hanno portato alla realizzazione di un film (Cisa) e dei video documentali che narrano le botteghe del museo (Anffas), entrambi strumenti di promozione del territorio.

Entrambi i progetti hanno coinvolto risorse del territorio. Per il Cisa, la collaborazione tra il regista Antonio Palese, i ragazzi e le ragazze del Centro Diurno  e Marco Soria (presente alla serata). Nel progetto del Museo di Cisterna, un contributo determinante è venuto dai ragazzi, dalle ragazze e dagli operatori dell’Anffas, dalle ragazze e dai ragazzi del Servizio Civile del Comune di Asti,  che hanno prodotto le schede degli oggetti,   da Oscar Pastrone, dell’Open Lab di Asti – che ha gestito la realizzazione informatica e tecnica del progetto, da Stefano Marin, volontario del museo, che ha realizzato i video.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...