INCONTRO CON CHIARA SARACENO

RICORDIAMO CHE L’INCONTRO CON CHIARA SARACENO SI TERRA’ ALLE ORE 16.00

A volantino 24 FEBBRAIO 2018_MAMME PAPA_SARACENO_NEIROTTI

Annunci

INCONTRO SUL CYBERBULLISMO

“OGNUNO DI VOI E’ UN’OPERA D’ARTE: RAGAZZI E GENITORI RICOMINCIATE A PARLARVI

PAOLO PICCHIO RACCONTA COME COMBATTERE IL CYBERBULLISMO

11^-12^-13^-14^ INCONTRO DEL POLO CITTATTIVA PER L’ASTIGIANO E L’ALBESE

PER L’A.S. ‘17/’18

REGISTRAZIONE  DELL’INCONTRO DEL MATTINO

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO SERALE

“Ragazzi e genitori datevi una carezza e ricominciate a parlarvi” con queste parole Paolo Picchio ha sollecitato giovani e adulti affichè si ritorni a comunicare e incontrarsi. “Cyberbullismo: comprendere, informarsi, prevenire” è il titolo dei quattro incontri con il dott. Picchio che si sono svolti giovedì 25 gennaio 2018 presso il Cinema Cristallo e la Continua a leggere

PENNELLATE DI COLORI IN UN MONDO NEUTRO

A volantino 18FEBBRAIO2018_PENNELLATE _SORBA_FOLLIS

REGISTRAZIONE DELL’INCONTRO IN FORMATO MP3

Domenica 18 febbraio, al castello di Cisterna, Renata Sorba ha presentato il suo volume “Pennellate di colori in un mondo neutro”,  introdotta da Andrea Bevione presidente dei Lions Club Canale Roero.  Ha aperto l’incontro una telefonata di  Marcello Follis, presidente dell’Anffas di Asti, assente a causa di un piccolo incidente, che ha elogiato il libro di Renata rammaricandosi di non essere potuto intervenire all’incontro.

A seguire, il pittore roerino Dino Pasquero ha omaggiato Renata con un quadro, da lui sorbarealizzato,  raffigurante il cane guida  York. Il quadro è stato consegnato a Davide Ballabio, istruttore dei cani guida del “Servizio cani guida dei Lions” di Limbiate.

Durante l’incontro Renata ha ripercorso l’itinerario di vita che  l’ha portata da vedente ad essere non vedente, ha  parlato dell’importanza del centro di addestramento finanziato dai Lions, che fornisce gratuitamente i cani guida alle persone cieche, del suo amore per i colori,  per i bambini che quando la  incontrano la sommergono di domande, dell’importanza delle mappe mentali per vivere negli spazi in modo autonomo, dell’amicizia che rende meno dura la cecità.

Non sono mancati i riferimenti all’A.p.r.i., associazione da lei fondata, che opera grazie a numerosi volontari per supportare  gli ipo Continua a leggere