I SABATI DEL PRINCIPATO

Un pomeriggio per riscoprire tradizioni e sapori del nostro territorio

Visita del Museo e laboratorio per i bambini

Percorso-gioco per conoscere gli antichi mestieri alla ricerca del draghetto Cedri, segue laboratorio e merenda.

10 € singolo bambino, 15 € coppia fratelli

Visita alle cantine del castello e degustazione per adulti

Visita guidata al Museo all’interno del castello, con la possibilità di degustare e acquistare prodotti e vini locali.

10 € adulto (6 degustazioni)

 

SABATO 11/7   PRENOTAZIONE

SABATO 25/7   PRENOTAZIONE

SABATO 8/8     PRENOTAZIONE

SABATO 22/8   PRENOTAZIONE

Prenotazioni entro le 12.00 del venerdì.

CALENDARIO PER PRENOTARE LA VISITA AL MUSEO

CAUSA EMERGENZA COVID LE VISITE AL MUSEO AVVERRANNO SOLO CON PRENOTAZIONE. CLICCARE SULLA DATA PRESCELTA PER COMPILARE IL MODULO DI PRENOTAZIONE

VERRETE CONTATTATI PER CONCORDARE L’ORARIO (COMPRESO TRA LE 15 E LE 18) . LE PRENOTAZIONI VERRANNO CONSIDERATE IN ORDINE DI ARRIVO,  NEL CASO CI SIANO PIU’ VISITATORI RISPETTO AL NUMERO CONSENTITO, VERRETE CONTATTATI PER DEFINIRE UNA EVENTUALE  NUOVA DATA.

PER PRENOTAZIONI AL DI FUORI DEL CALENDARIO SOTTO RIPORTATO,  TELEFONARE AL N. 0141979021

GUIDE

TURNI DI APERURA MUSEO

1
Jessica
Ornella
Elena
7 Giugno

LINK AL MODULO

02 Agosto

LINK AL MODULO

27 Settem

LINK AL MODULO

2
Irene
Samuele
Matteo
Daniele
14 Giugno

LINK AL MODULO

09 Agosto

LINK AL MODULO

11 Ottobre

LINK AL MODULO

5
Claudio
Paola
laria
5 Luglio

LINK AL MODULO

30 Agosto

LINK AL MODULO

08 Novemb

LINK AL MODULO

6
Roberto
Daniela
Antonio
12 Luglio

LINK AL MODULO

06 Settemb

LINK AL MODULO

15 Novemb

LINK AL MODULO

7
Matilde
Maurizia
ChiaraLivia
19 Luglio

LINK AL MODULO

13 Settemb

LINK AL MODULO

22 Novemb

LINK AL MODULO

8
Tiziana
Giovanna
Enrico
2 Giugno

LINK AL MODULO

26  Luglio

LINK AL MODULO

20 Settemb

LINK AL MODULO

29 Novemb

LINK AL MODULO

IL SENTIERO DEI GELSI

IL CARTELLO CHE LA DITTA CANTINE POVERO HA POSIZIONATO VICINO AL FILARE DI GELSI PRESSO LA LORO VIGNA SULLA VIA ‘D LAME

sentierogelsi (3)A partire dall’anno scolastico 2011/2012 il Museo di Cisterna, capofila della Rete Museale Roero Monferrato ha promosso il progetto “Adotta un gelso”.

Finalizzato al censimento dei luoghi in cui erano presenti i gelsi e al ripopolamento degli stessi, per ricreare almeno in parte l’antico paesaggio agrario, nel corso di questi anni il progetto ha coinvolto numerose scuole del Roero.

La geografia del territorio, nel passato, era parcellizzata in appezzamenti con colture differenziate. La scelta, da parte dei contadini (in piemontese i particular) di diversificare le produzioni agricole era dettata dall’esigenza di preservare da eventi atmosferici avversi almeno una parte del raccolto. Ecco perché le famiglie contadine possedevano appezzamenti distribuiti su tutto il territorio comunale, anche in zone lontane dall’abitazione. L’accostamento di colture diverse faceva sì che il particular fosse custode, inconsapevole, di un sapere ecologico antico. La presenza ecotoni – le zone di transizione tra due o più realtà biologiche diverse – garantisce, infatti, una varietà di organismi viventi maggiore rispetto alle aree monocolturali. Continua a leggere

DOPO…


volantino 15GIU20_HIKSOS_GRAZIANO_ANGELINO

“DOPO GLI HYKSOS: COME LA PANDEMIA PUÒ CAMBIARE IL MONDO

MANLIO GRAZIANO ALLE NUOVE VIDEOCONFERENZE AL TEMPO DEL COVID

Il mondo dopo gli Hyksos: uno scorcio geopolitico… dopo. Come la pandemia può cambiare la politica, l’economia, la comunicazione e le relazioni internazionali” questo il titolo della videconferenza con Manlio Graziano e Edoardo Angelino che si è tenuta lunedì 15 giugno 2020. L’incontro è stato organizzato dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese – I.C. di S. Damiano d’Asti, Museo Arti e Mestieri di un Tempo di Cisterna d’Asti, Israt, Associazione “Franco Casetta”, Fra production srl., Cantine Povero distribuzione, Aimc Asti. Il titolo – come ha spiegato Edoardo Angelino, è ripreso da una citazione di Benedetto Croce e paragona la pandemia all’arrivo di una variabile indipendente all’interno di sistemi chiusi. Tutto ciò determina risposte diverse legate alla situazione precedente. “Il testo è il mio contributo a “Dopo”(Rubettino), libro collettivo dove diversi studiosi di politica internazionale ipotizzano il futuro dopo la pandemia” ha detto Graziano.

Le prospettive non sono affatto entusiasmanti ma compito della geopolitica è occuparsi del reale. Gli scenari ipotizzabili prevedono il ritorno alla normalità, oppure un cambiamento o un miglioramento del mondo. Per gli studiosi, però, lo scenario più probabile è un peggioramento della situazione che vedrà scatenarsi una crisi economica spaventosa che ne provocherà una sociale. Si determinerà anche un’ accelerazione dello shift of power cioè dello spostamento dei rapporti di forza tra le grandi potenze che non è più governato da qualche decennio. Continua a leggere